Quotidiano on line di politica, economia, cultura e informazione



Giovedì, 21 Gennaio 2021

Wisco

Premier CanadaMossa a sorpresa da parte del Canada, che con un doppio colpo ha annunciato la rottura delle relazioni diplomatiche con l’Iran e ha inserito tanto l’Iran quanto la Siria nella lista dei Paesi “che appoggiano il terrorismo”.
 A dare l’annuncio è stato il ministro degli Esteri di Ottawa, John Baird: alla base di questa duplice decisione vi sono i timori canadesi sul controverso programma nucleare iraniano, sull’aiuto militare offerto da Teheran al regime siriano e sulle continue minacce da parte iraniana contro Israele. In altre parole, ha spiegato il ministro Baird, all’origine di questa scelta vi è la convinzione che il governo iraniano rappresenti “la minaccia odierna più significativa alla pace globale e alla sicurezza nel mondo”, in particolare per le sue ambizioni nucleari e il suo ruolo nella crisi siriana. È proprio alla luce di ciò che il Canada, alleato fedele di Israele, ha decretato la chiusura della propria ambasciata in Iran e ha deciso di espellere tutti i diplomatici iraniani che ancora sono in Canada: gli otto diplomatici canadesi di stanza a Teheran, infatti, hanno già lasciato la città asiatica, mentre i 17 diplomatici iraniani hanno cinque giorni di tempo per partire.

Grande soddisfazione è stata espressa dal premier israeliano Benjamin Netanyahu, che ha salutato positivamente la scelta canadese, augurandosi  che sia “da esempio per l’intera comunità internazionale”: “Il Canada – ha affermato - ha compiuto un gesto coraggioso di leadership e ha mandato un messaggio molto chiaro all’Iran e a tutto il mondo”.
Diversa, ovviamente, la reazione dell’Iran, che ha definito “inspiegabile” la decisione del Canada di interrompere i propri rapporti diplomatici con Teheran ed ha annunciato, per bocca del portavoce del ministero degli Esteri iraniano Ramin Mehmanparast, che darà “un’appropriata risposta all’iniziativa”.

 

You have no rights to post comments

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information