Quotidiano on line di politica, economia, cultura e informazione



Giovedì, 21 Gennaio 2021

Wisco

Presidente HollandeSembra iniziare con il piede giusto il cammino di François Hollande all’Eliseo. Il debutto del nuovo presidente alla guida della Francia, così come lui stesso aveva più volte ripetuto nei mesi di campagna elettorale, comincia con una mossa intelligente, che di sicuro piacerà ai suoi sostenitori, ma anche a chi non credeva nella sua vittoria: quella di tagliarsi lo stipendio del 30 per cento, vale a dire da 19.331 a 13.532 euro netti al mese. Sarà proprio questa una delle misure che il neo presidente francese adotterà ufficialmente in occasione del prossimo Consiglio dei ministri, il 16 maggio, all’indomani del passaggio di consegne all’Eliseo.
Caleranno del 30 per cento, a quanto pare, anche le retribuzioni di tutti i membri del governo e quella del primo ministro. In altre parole, neppure il tempo di finire la bottiglia di champagne, che il nuovo presidente francese già prende le forbici e taglia i costi dei politici e dei dirigenti pubblici. A iniziare ovviamente da se stesso. 

Con il socialista Hollande, dunque, la Francia cambia stile e dice addio ai fasti della precedente era Sarkozy che, nel 2008, si era aumentato lo stipendio del 170 per cento, al quale i francesi hanno sempre contestato, tra le tante cose, il rapporto disinvolto con il denaro e i con i lussi.
Nulla a che vedere, quindi,  con la presidenza passata, perché il nuovo presidente intende fare sul serio e ha già un’agenda stracarica di impegni: lunedì stesso si è messo al lavoro. Gli ultimi tre giorni sono stati intensi: li ha trascorsi nel suo quartier generale, dove si prepara sui dossier più caldi e moltiplica gli incontri diplomatici sul fronte europeo. Ai francesi, che accorrono ogni giorno per salutarlo, stringe mani e sorride cordiale.
“E’ un nuovo modo di esercitare il potere, più vicino alla gente”, ha osservato la sua ex compagna, Segolene Royal, e pare proprio che sia così: la prima missione del nuovo presidente sarà proprio quella di avere uno stile di vita più vicino e comprensibile alla gente comune. 

You have no rights to post comments

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information